casa_e_co_defITesteso

Nuovi limiti di trasmittanza termica in vigore dal 01 Ottobre 2015

MARCATURA CE DELLE CHIUSURE OSCURANTI E TENDE ESTERNE ALLA VENEZIANA ( NORMA UNI EN 13659:2015 ) E NUOVI LIMITI DI TRASMITTANZA TERMICA IN VIGORE DAL 01 OTTOBRE 2015

In data 09 luglio 2015, l’UNi ha reso disponibile la nuova edizione della norma di prodotto EN 13659 ( dal 14 ottobre disponibile anche in lingua italiana), di riferimento per la marcatura CE  delle chiusure oscuranti (tapparelle, persiane, scuri e tende esterne alla veneziana).

La versione 2015 della norma recepisce la versione europea della norma entrata in vigore il 20 maggio 2015 e sostituisce l’edizione precedente ( EN 13659:2004+A1:2008 in vigore dal 01 ottobre 2008 ). Al momento risulta un riferimento volontario fino a quando non verra’ pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale Europea.

Sono state introdotte due nuove caratteristiche essenziali per le chiusure oscuranti, in aggiunta a quella preesistente ( resistenza al carico da vento): la resistenza termica aggiuntiva R e il fattore solare gtot.

Il produttore di chiusure oscuranti, a livello di Dichiarazione di Prestazione e della Documentazione di Accompagnamento, deve indicare tutte le caratteristiche definite essenziali dalla norma di prodotto UNI EN 13659 e, in corrispondenza di ciascuna, definire se il livello prestazionale posseduto dai serramenti di sua produzione e’ accertato secondo metodologie previste dalla norma di prodotto ( prova di laboratorio oppure calcolo , a seconda del requisito) oppure se la prestazione non e’ determinate (N.P.D.).

Ad oggi il Regolamento UE n° 305/2011 impone di dichiarare il livello prestazionale di almeno una delle caratteristiche essenziali definite dalle norme di prodotto. Non e’ quindi possibile, per il produttore di chiusure oscuranti, avvalersi dell’opzione N.P.D. per tutte le caratteristiche essenziali cosi’ come definite dalla norma di prodotto UNI EN 13659.

E’ possibile avvalersi dell’opzione N.P.D. se:

non sussitono disposizioni legislative nazionali che impongono di dichiarare il livello prestazionale per specifici requisiti
non sussiste un obbligo contrattuale ( prescrizione di capitolato) a rispettare livelli prestazionali minimi in relazione ai requisiti essenziali
Spetta alle autorita’ governative, di ogni singolo stato membro dell’UE, stabilire quali sono le caratteristiche essenziali obbligatorie per cui il produttore non puo’ avvalersi dell’opzione N.P.D. ma e’ obbligato a dichiarare il livello prestazionale.

In Italia mancano, da parte dell’autorita’ governativa , pronunciamenti sulle caratteristiche essenziali delle chiusure oscuranti definite dalla norma di prodotto e non ci sono disposizioni legislative nazionali che impongono di dichiarare il livello prestazionale in relazione alle caratteristiche essenziali : resistenza carico da vento, resistenza termica aggiuntiva R, fattore solare gtot..

Il produttore di chiusure oscuranti puo’ liberamente scegliere per quale delle tre caratteristiche essenziali, definite dalla norma di prodotto  ( carico da vento, resistenza termica aggiuntiva R, fattore solare g tot), dichiarare il livello prestazionale fatto salvo che non via siano obblighi contrattuali ben precisi.

Dal 01 ottobre sono entrati in vigore i nuovi decreti in material di risparmio energetico in edilizia che impongono il rispetto di specifici limiti di fattore solare gtot per le schermature solari mobili su chiusure trasparenti in determinate condizioni tecniche:

le chiusure trasparenti devono essere posizionate su specifici fronti dell’edificio( SUD, EST, OVEST, SUD-EST, SUD-OVEST)
le chiusure trasparenti devono essere oggetto di intervento di riqualificazione energetica in ambito diverso dalla nuova costruzione e dalla ristrutturazione detta di “primo livello” ( interventi che interessano l’involucro edilizio con un’incidenza superioreal 25% della superficie lorda complessiva dell’edificio)
In tali condizioni quindi , dovranno essere rispettati I limiti di fattore solare gtot di cui al prospetto 1 e, conseguentemente, a livello di marcatura CE , il produttore NON POTRA’ AVVALERSI DELL’OPZIONE N.P.D. in corrispondenza di tale caratteristica.

tab1

Prospetto 1 – Valori limite del fattore solare gtot chiusure trasparenti in presenza di schermature solari mobile installate su fronti dell’edificio SUD, EST, OVEST, SUD-EST, SUD-OVEST

I decreti legge entrati in vigore  sono tre.

Il primo e’ volto alla definizione delle nuove modalita’ di calcolo della prestazione energetica e i nuovi requisiti minimi di efficienza per i nuovi edifici e quelli sottoposti a ristrutturazione

Il secondo adegua gli schemi di relazione tecnica di progetto al nuovo quadro normative in funzione delle diverse tipologie di opera: nuove costruzioni, ristrutturazioni importanti, riqualificazione energetica

Il terzo aggiorna le linee guida per la certificazione della prestazione energetica degli edifici (APE). Il nuovo modello APE sara’ valido su tutto il territorio nazionale e, insieme ad un nuovo schema di annuncio commerciale e database nazionale dei certificati energetici (SIAPE), offrira’ al cittadino, alle Amministrazioni e agli operatori maggiori informazioni riguardo l’efficienza dell’edificio e degli impianti, consentendo un piu’ facile confronto della qualita’ energetica di unita’ immobiliari differenti e orientando il mercato verso edifici con migliore qualita’ energetica.

A partire dal 01 gennaio 2021 I nuovi edifici e quelli sottoposti a ristrutturazioni significative dovranno essere realizzati in modo tale  da ridurre al minimo I consumi energetici coprendoli in buona parte  con l’uso di fonti rinnovabili; per gli edifici pubblici tale scadenza e’ anticipata al 01 gennaio 2019.

Per quanto riguarda la trasmittanza termica U massima delle chiusure tecniche trasparenti e opache e dei cassonetti, comprensivi degli infissi, verso l’esterno e verso ambienti non climatizzati soggetti a riqualificazione , vengono introdotti dei nuovi piu’ resrittivi valori minimi.

tab2

Appendice B – Decreto interministeriale 26.6.2015 Adeguamento linee guida nazionali per la certificazione energetica degli  edifici

Ai fini della detrazione fiscale, I valori da rispettare rimangono invece invariati : A = 3,7 , B = 2,4 , C= 2,1 , D= 2,0, E= 1,8, F= 1,6